L’importanza degli strumenti tecnologici nel terzo mondo

photomonde

L’accesso a un’istruzione di qualità offre agli studenti del terzo mondo la possibilità di migliorare la loro vita, le carriere, la salute, e può anche dare loro le risorse di cui hanno bisogno per migliorare la loro comunità con la crescita economica e la stabilità politica. Ma senza gli strumenti per raggiungere un’istruzione di qualità, gli studenti del terzo mondo non possono godere di questi benefici.

Anche con le crescenti possibilità di connettività in tutto il mondo, gli studenti hanno bisogno di accedere a determinati strumenti per potersi collegare ad internet.  Centri di apprendimento on-line, computer, tablet e dispositivi mobili sono necessari per poter garantire la connettività nel mondo.

 

Centri di apprendimento tecnologico

Le scuole e, più in generale, le comunità del terzo mondo possono trovare grande supporto in centri di apprendimento tecnologico attrezzati che forniscono soluzioni su larga scala per imparare ed apprendere dal e con computer.

Programmi come il Discovery Channel Global Education Partnership (DCGEP) sono volti a migliorare ed implementare le scuole del terzo mondo con risorse tecnologiche, quali la video programmazione e la formazione degli insegnanti per la strutturazione e compilazione dei programmi. Questi centri di apprendimento in genere aumentano le facoltà di apprendimento degli studenti, nonché garantiscono una migliore qualità degli insegnanti e, in generale, dell’insegnamento grazie all’accesso alle risorse globali e alla creazione di veri e propri hub di informazioni all’interno delle comunità stesse.

 

Youth for Technology Foundation Village

All’interno del YTF’s Owerri Digital Village, la Youth for Technology Foundation (YTF) porta la tecnologia grazie alla creazione di centri di apprendimento in Africa i quali riescono a garantire laboratori di tecnologia per le comunità in via di sviluppo insieme ad ampio supporto. Questa fondazione offre programmi di dopo-scuola che si concentrano sullo sviluppo di competenze tecnologiche e cercano di promuovere interesse nei confronti dei principali saperi STEM. Il villaggio si sforza di “educare” la comunità con iniziative come RLabs, che dà agli studenti strumenti di formazione in materia di etica, salute sessuale e responsabilità personale. Gli studenti sono inoltre in grado di utilizzare i media sociali per condividere le storie personali e per accedere a consulenze per la salute.

 

World Computer Exchange program

Il programma mondiale World Computer Exchange (WCE) non fornisce solo i computer e la tecnologia, ma il supporto per renderli utili nelle comunità in via di sviluppo in cui operano. Insieme con i computer, WCE offre contenuti educativi e formativi per l’agricoltura, l’imprenditorialità,la salute e anche per l’acqua e l’energia. Il programma assicura anche che agli insegnanti la necessaria formazione per poter garantire un giusto insegnamento, così come il supporto di un team tecnico specializzato sul territorio.

 

Diffusione dei computer
I computer forniscono agli studenti il ​​meglio che la tecnologia didattica può dare. Grazie a laptop e PC con connessioni Internet e completi di contenuti e software educativi, sono in grado di dare agli studenti la possibilità di esplorare l’apprendimento autonomo e di accedere a tutte le risorse educative disponibili on-line (da progetti didattici aperti a esercitazioni di gruppo).

One Laptop Per Child è il più famoso programma informatico per il Terzo Mondo. I promotori hanno lavorato per creare e donare o vendere a prezzi accessibili dei computer portatili agli studenti. Ogni bambino è in grado di godersi il proprio computer come strumento di esplorazione e di apprendimento che, e, a volte, diventa anche fonte di luce per la casa. In altri casi, grazie alla creazione di aule informatiche, i portatili si collegano l’uno all’altro e sono in grado di condividere un unico punto di accesso a Internet. L’alimentazione elettrica è garantita attraverso una varietà di fonti, tra cui l’energia solare, e ogni portatile viene fornito pre-caricato di software di apprendimento. Più di 2 milioni di computer portatili sono stati distribuiti ai bambini di tutto il mondo attraverso questo programma.

Non solo le soluzioni one-to-one come il computer personale per ogni studente sono l’ideale, ma anche le risorse condivise possono essere un successo. Alcune scuole situate in piccole isole dei Caraibi hanno trovato ottime soluzioni condivise, ad esempio adottano l’uso di carrelli mobili, che possono essere spostati da una classe all’altra, con sopra dei PC. Invece di un laboratorio informatico fisso, queste scuole sono in grado di garantire una totale condivisione degli strumenti informatici sebbene i pochi computer in possesso.

 

Cosa possiamo fare

1-DONAZIONI.

Queste iniziative per il Terzo Mondo stanno facendo grandi cose, ma con l’aiuto di tutti, possono fare ancora di più. Contributi finanziari, donazioni di materiale elettronico usato, e anche il tempo ed il talento di tutti sono i benvenuti.

Dare alle organizzazioni del sostegno finanziario di cui hanno bisogno per continuare a fare il grande lavoro che stanno facendo e ampliare la loro portata. La donazione, in base alla propria disponibilità, può mettere un computer portatile, e-book, o dispositivo mobile in mano a un bambino del terzo mondo, e dargli la conoscenza di cui ha bisogno per crescere come cittadino del mondo. Fai una donazione a: Discovery Channel Global Education PartnershipYouth for TechnologyOLPCWorld Computer ExchangeWorldreaderFireside International.

 

2-INVIARE I VECCHI DISPOSITIVI.

Non lasciame che il nostro vecchio telefono cellulare o e-reader marcisca in un cassetto quando uno studente potrebbe usarlo per leggere i classici, imparare la matematica, o capire come l’HIV si diffonde. Mettiamo i nostri vecchi dispositivi a disposizione delle organizzazioni che possono renderli disponibili agli studenti nei paesi in via di sviluppo. Youth for Technology accetta quasi ogni tipo di dispositivo, tra cui computer desktop, computer portatili, stampanti, fax e macchine fotografiche digitali. World Computer Exchange accetta, oltre ai computer e portatili, anche apparecchi tecnologici come, ad esempio, generatori di gas, softwares e strumenti vari. Possiamo inviare il nostro vecchio dispositivo funzionante Apple a Fireside International: accettano iPod, iPad e iPhone.

 

Il “fare e dare creativo”.
Anche se siamo a corto di contanti o dispositivi, possiamo sostenere tali organizzazioni con il nostro tempo libero o altro genere di risorse. Youth for Technology accetta volontari di tantissimi tipi e con competenze disparate, per varie mansioni tra cui tutor, formatori e consulenti aziendali. OLPC può sempre utilizzare stagisti, traduttori ed esperti di tecnologia per fornire il supporto e lo sviluppo del software per i computer portatili. World Computer Exchange offre opportunità ai volontari di lavorare sul territorio o rigenerare e recuperare computer difettosi. Se, invece, conosciamo un autore o editore, possiamo ncoraggiarlo a contribuire attraverso la stesura o donazione di e-books per Worldreader in modo che possano essere condivisi in Africa.

Gli insegnanti e l’educazione di qualità scarseggiano nel Terzo Mondo. Ecco perché tutto ciò è importante per cercare di massimizzare e rendere produttive le risorse che sono a disposizione dei giovani di queste comunità.

 

Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anti-spam: complete the taskWordPress CAPTCHA